power2Cloud

power2Cloud sostiene RIDE per l’inclusione delle donne migranti nella digital transformation

Il 21 Dicembre avrà luogo l’Info day per il progetto RIDE (Reach Inclusion Through Digital Empowerment For Migrant Women), promosso dalla cooperativa sociale Dedalus con il sostegno power2Cloud.

RIDE è un consorzio che conta nove organizzazioni locali e internazionali ( diesis network, UNITEE, legacoopsociali, LITUS NOVUM, symplexis, theCodetoChange, European Network of Migrant Women, Youth Included) e da diversi anni si occupa di questioni legate ai migranti, promuovendo l’inclusione di donne con background migratorio nel mercato del lavoro digitale, per dare un reddito alle loro famiglie mentre svolgono un lavoro appagante e sono realmente più incluse nella società.

Dedalus selezionerà donne migranti promuovendo corsi di networking, digital marketing, e-commerce e pubblicità online, per conoscere e approfondire le loro competenze digitali.

Saranno circa 100 le ore di formazione di gruppo svolte in presenza con i tutor di Dedalus e quelli di power2Cloud. Le partecipanti potranno accedere a risorse online professionalizzanti, come quelle di Facebook, Google Cloud, HubSpot e Shopify, che daranno la possibilità di acquisire anche delle certificazioni riconosciute a livello internazionale. “Nel nostro lavoro – spiega Giordano Iovine CEO power2Cloud – accompagniamo ogni giorno team e organizzazioni di ogni settore e dimensione nell’adozione di strumenti digitali per essere più competitivi rispetto al mercato e intraprendere strategie utili a marketing, vendita e assistenza clienti.

La digitalizzazione è un’opportunità socio economica molto importante e ha una forte valenza, soprattutto se condivisa. Questo vale per tutti gli utenti, chi opera nel settore e chi usufruisce dei servizi. 

Siamo entusiasti di aderire al progetto RIDE con Dedalus. Le donne devono avere più spazio nel settore digitale. Vincere il gender gap è una sfida che tutti dovrebbero accogliere, soprattutto se parliamo di donne con un background straniero”.

Secondo il report della Bocconi e di Plan International, infatti, l’Italia è al quartultimo posto tra i paesi europei per “parità digitale di genere”. Dodici posizioni sotto la media europea e davanti soltanto a Grecia, Romania e Bulgaria.  

Come aderire al progetto RIDE in Campania

Sei una donna con cittadinanza straniera e vuoi lavorare nel mondo digitale? Vuoi migliorare le tue competenze digitali e approfondire temi legati all’eCommerce e al digital marketing? Partecipa all’Info day del 21 dicembre dalle ore 10:00 nella sede di Dedalus a Napoli in Piazza Enrico de Nicola, 46 (1 piano scala A). Se vuoi ricevere maggiori informazioni puoi inviare un’email a officinegomitoli@coopdedalus.org.

La formazione digitale sarà suddivisa in cinque moduli per conoscere e approfondire strumenti digitali che permettono di inserirsi nel mondo del lavoro:

  1. utilizzo delle applicazioni cloud per la collaborazione, con la conoscenza e l’utilizzo della suite di Google Workspace e approfondimento di moduli destinati al marketing digitale 
  2. piattaforma e-commerce per vendere sul proprio sito online, ma anche su MarketPlace come Amazon, ebay, Facebook e Instagram. In quest’occasione sarà possibile confrontarsi con brand che hanno affiancato attività tradizionali ai mercati digitali 
  3. customer care e inbound marketing per migliorare la redditività dell’azienda, fidelizzare i clienti, offrire servizi tempestivi ed empatici, creare e condividere contenuti utili per la community
  4. campagne paid per vendere prodotti e servizi online, pubblicizzare la propria pagina e analizzare i dati della propria attività. 

I requisiti necessari per partecipare alla formazione RIDE sono la conoscenza della lingua inglese e italiana, l’attitudine all’utilizzo di strumenti digitali, la volontà di ampliare le proprie conoscenze nei settori della digital transformation, dell’e-commerce, della pubblicità e gestione di community online.

Sarà interessante approfondire questi temi per dare a ognuna la possibilità di scoprire le proprie attitudini. Inoltre al termine della formazione sarà possibile mettere in pratica le competenze acquisite svolgendo un tirocinio in piccole e medie aziende del territorio campano. 

RIDE:  includere le donne migranti e rifugiate nel mercato del lavoro digitale

Conoscevi RIDE? È un progetto che mira a includere le donne migranti e rifugiate nel mercato del lavoro digitale offrendo la possibilità di riqualificarsi o migliorare le proprie competenze. 

La prospettiva di genere è fondamentale nella progettazione di misure e politiche volte a integrare migranti e rifugiati anche nella nostra società.

Soprattutto se consideri che a causa della mancanza d’informazioni, le politiche e le strutture esistenti costringono i migranti e i rifugiati, in particolare le donne, all’isolamento e alla dipendenza.

Non dimentichiamo che le donne migranti e rifugiate affrontano sfide particolari nell’accesso al lavoro, dal sessismo all’assistenza non autosufficiente, eppure al pari di altre hanno un altissimo potenziale per guidare il dialogo e affrontare la sfida sociale ed economica.

RIDE quindi cerca di promuovere la crescita delle loro competenze attraverso:

  1. sviluppo di linee guida per implementare l’intero processo: bootcamp, offerte formative, giornate informative sul mercato del lavoro e incontri con aziende private e imprese sociali;
  2. reclutamento partecipanti attraverso le giornate informative nazionali;
  3. coaching individuale e sessioni di gruppo sull’inclusione sociale, i diritti delle donne e l’integrazione nel mercato del lavoro nel paese ospitante;
  4. preparazione specifica per il lavoro attraverso la formazione ICT;
  5. contatto e incontro aziende private e sociali locali e internazionali attraverso le fiere del collocamento del lavoro locali;
  6. offerta di tirocinio e/o inserimento lavorativo.

Dedalus: inclusione sociale ed economica per le fasce deboli

Dedalus è una cooperativa sociale che nasce a Napoli, in Campania, nel 1981 da un gruppo di persone con storie, competenze e saperi differenti, esperte di economia, mercato del lavoro, ricerca e politiche sociali.

Ha un’esperienza quarantennale nel campo della ricerca, progettazione e gestione di servizi a valenza sociale e di interventi relativi alle problematiche connesse all’esclusione sociale

delle fasce deboli, all’economia del territorio e allo sviluppo locale. Da sempre si caratterizza

come un luogo partecipato di lavoro, socialità e proposta culturale, uno spazio attento alle

differenze, la cui mission è la costruzione di una comunità accogliente e solidale, capace di farsi carico delle difficoltà in processi di convivenza.

Attualmente Dedalus promuove e sostiene percorsi di cittadinanza, di accoglienza e di

orientamento al lavoro in particolare per persone vittime di tratta, minori stranieri non

accompagnati, donne in difficoltà, persone transessuali.

Ecco i servizi di Dedalus:

  • tratta, sfruttamento e prostituzione 

Dedalus interviene a favore delle persone di ogni nazionalità, vittime di violenza o grave sfruttamento sessuale, lavorativo e nello svolgimento di attività illegali e di accattonaggio, attraverso attività di informazione giuridico/sanitaria, di facilitazione dell’accesso ai servizi socio-sanitari e di promozione e tutela dei diritti. La Cooperativa è ente accreditato per la realizzazione dei programmi di assistenza e protezione sociale.

  • percorsi di accoglienza per donne in difficoltà

Dedalus progetta e gestisce percorsi di accoglienza e sostegno per donne in difficoltà o che subiscono violenza per costruire condizioni stabili e certe di diritto, cura ed emancipazione. Le destinatarie vengono coinvolte attivamente nell’elaborazione di programmi individualizzati in quanto co-protagoniste della propria emancipazione.

  • minori stranieri non accompagnati

I minori stranieri non accompagnati sono quei minori che si trovano al di fuori del loro paese di origine, separati da un adulto responsabile della sua cura. Dedalus attua e coordina le diverse iniziative per assicurare loro accoglienza, cura ed emancipazione attraverso programmi individualizzati.

  • orientamento al lavoro 

L’area dell’orientamento al lavoro ha come obiettivo la definizione di percorsi formativi personalizzati finalizzati all’inserimento lavorativo di destinatari in condizioni di svantaggio sociale, attraverso colloqui di orientamento, preformazione, bilancio delle competenze, tecniche di ricerca attiva del lavoro, tirocini presso aziende, borse lavoro.

  • mediazione linguistico culturale 

La mediazione linguistico culturale è metodologia trasversale ai servizi di Dedalus rivolti ai migranti, indispensabile per orientare e accompagnare i destinatari nell’accesso ai servizi, in ambito sanitario, socio-educativo, lavorativo e penale.

  • riduzione del danno e servizi a bassa soglia 

La riduzione del danno è una metodologia che non si limita alla diminuzione dei rischi e alla tutela sanitaria, ma rappresenta un’opportunità per costruire rapporti tra operatori e destinatari, che spesso determinano l’avvio di percorsi di emancipazione ed uscita da situazioni di violenza, sfruttamento e marginalità.

  • servizi educativi interculturali 

Dedalus opera nel campo dell’educazione interculturale collaborando con scuole del territorio e gestendo centri educativi interculturali, tramite servizi di mediazione linguistico culturale, inserimento scolastico di minori stranieri, laboratori per la valorizzazione della cultura d’origine.

Se vuoi prendere parte attivamente al progetto RIDE con Dedalus e power2Cloud e conoscere più informazioni ti invitiamo a contattarci.

Sei interessato ai nostri progetti?

Sei sulla strada giusta!

logo power2Cloud - servizi Cloud

power2cloud è il tuo digital transformation partner! Accelera la crescita digitale con un team altamente certificato e qualificato, all’altezza dei nostri partner, selezionati per te: Aircall, Appspace, Atlassian, cloudM, 
Google Cloud, HubSpot, Shopify e Zendesk
.

Tutto quello che ti serve

Articoli recenti