power2Cloud

5 strategie di inbound marketing: attrai nuovi clienti

L’inbound marketing è la metodologia che consente di attrarre nuovi clienti veicolando contenuti ed esperienze su misura per loro. 

A differenza del outbound marketing che promuovere prodotti o servizi in modo tradizionale con campagne a pagamento, la metodologia inbound permette a un’azienda di crescere in modo organico grazie alla calendarizzazione di contenuti utili e di interesse, consolidando anche la relazione con i clienti attuali.

L’obiettivo dell’inbound marketing è di accompagnare il consumatore durante tutto il suo buyer journey, in quel percorso che inizia con la ricerca di un prodotto e si conclude con il suo acquisto, grazie all’utilizzo di marketing automation, ottimizzazione SEO nei motori di ricerca, call-to-action e landing page.

Ricorrere a strategie di inbound marketing ha tantissimi vantaggi, ecco i principali:

  • ottimo rapporto costi-benefici;
  • analisi dettagliate sulle performance dei team aziendali;
  • autorevolezza sul web rispetto ad argomenti specifici nel lungo periodo;
  • generazione di lead qualificati, creando contenuti basandosi sulla buyer persona;
  • messaggi personalizzati, grazie all’utilizzo di un CMR e alla profilazione. 

Come funziona l’inbound marketing?

L’inbound marketing coinvolge i team marketing, vendita e assistenza clienti, perché si preoccupa di:

  • attrarre. Entra in contatto e relazionati con persone potenzialmente interessate al tuo prodotto o servizio, attrai lead grazie alla condivisione di articoli utili e offerte su blog e social, ottimizza il tutto in ottica SEO.
  • coinvolgere. Hai mai pensato di proporre soluzioni in linea con gli obiettivi, le richieste e i tuoi punti deboli? Per coinvolgere i tuoi clienti fornisci informazioni di valore sulla tua realtà, i tuoi prodotti o servizi. 
  • deliziare. Supporta e aiuta i tuoi clienti anche dopo che hanno comprato o consumato il tuo prodotto o servizio. Un cliente soddisfatto ti supporterà anche molto tempo dopo aver effettuato un acquisto, mentre gli agenti del tuo team diventeranno consulenti che assistono e forniscono soluzioni. Ad esempio puoi utilizzare chat bot o proporre sondaggi per raccogliere dei feedback e valutare il loro grado di soddisfazione.

Se riesci a soddisfare le aspettative dei clienti in ognuna di queste fasi, riuscirai a creare un ciclo autosufficiente, perché condivideranno l’esperienza positiva, portando altri lead interessati alla tua azienda. 

Per questi motivi la metodologia inbound funge più che da funnel di vendita in flywheel, un volano.

Il flywheel è un modello di business che aiuta a creare esperienze uniche ed eccezionali mettendo la soddisfazione del cliente al primo posto, infatti viene nutrita in ogni fase del processo. L’obiettivo quindi non è più solo quello di fornire un buon servizio o prodotto, ma di erogare la migliore esperienza utente possibile.

Gli ultimi trend per le strategie di inbound marketing

Per attrarre nuovi clienti è molto importante sperimentare nuove tecniche e perfezionare quelle esistenti. Durante gli ultimi anni sono state sviluppate nuove strategie per operare in ottica inbound puntando a blog, marketing locale, pillole video, podcast e influencer marketing.

1. I contenuti restano i protagonisti indiscussi

La creazione di nuovi contenuti e l’organizzazione di un ricco calendario editoriale sul blog di ogni sito è senz’altro una delle principali strategie legate all’inbound marketing.

La pubblicazione di articoli, anche in ottica SEO, che riguardano il settore in cui operi, spaziano da tutorial, offerte, novità e domande frequenti.

Scrivere contenuti performanti e anticipare le problematiche dei tuoi utenti, aiuta la tua strategie inbound:

  • attrai nuovi visitatori sul tuo sito. Se il tuo blog riesce a rispondere alle domande degli utenti aumenterà le visite sul sito, migliorando anche sua posizione sui motori di ricerca. Quando scrivi un articolo parti dalle domande degli utenti, oltre agli articoli proposti nel blog naturalmente puoi costruire una pagina FAQ più strutturata e completa; 
  • converti i visitatori in lead. Mi raccomando, non dimenticare di promuovere in modo strategico le tue offerte. Se l’utente atterra sul tuo sito e vuole approfondire l’argomento che hai trattato indirizzalo alla landing page o a un’offerta dedicata;
  • diventa un esperto nel settore. Più pubblichi contenuti originali, inediti e utili sul tuo blog, più gli utenti ti vedranno come una fonte affidabile d’informazioni nell’ambito in cui operi.

Se hai un blog adesso pensa agli articoli che pubblichi solitamente, quali sono quelli più letti? Rispondono alle richieste più frequenti?

2. Marketing locale, una nuova opportunità

Il marketing locale è diventata un’esigenza durante la pandemia, perché ha spinto molte persone a geolocalizzare beni e servizi, ma questa necessità è diventata ben presto un’opportunità per ogni business. 

Come raccontare i propri prodotti e servizi? Soprattutto come farsi trovare dagli utenti che sono nelle prossimità?

Il marketing locale come quello spinto da una scheda attività di Google My Business, risponde a tutte queste esigenze, perché promette di portare più clienti nei negozi fisici grazie a strategie che prevedono storytelling e attività marketing geolocalizzato

Presentare opportunità speciali dedicate ai clienti che visitano i punti di vendita fisici con post, storie, articoli sul blog, newsletter, offrendo anteprime, sconti dedicati e gadget può richiamare l’attenzione; mentre invitare i clienti a lasciare più recensioni (Google My Business, TrustPilot, Facebook …) dà senz’altro maggiore visibilità sui motori di ricerca.

Monitorare le conversioni di una campagna nei punti di vista fisici, utilizzando codici sconto specifici, aiuta a misurare e ottimizzare tutte le strategie.

3. Pillole video per raccontarsi e catturare l’attenzione

I video brevi vengono utilizzati sempre più spesso nelle strategie di inbound marketing in tutti i settori, dal turismo al retail.

Questa tipologia di comunicazione la ritroviamo suo social che oggi vanno per la maggiore come Instagram e TikTok. Anche YouTube oggi permette il caricamento di due tipologie di video, quelli più lunghi, ideali per informazioni dettagliate sulle funzionalità di prodotti o servizi, e short video, perfetti per aumentare la brand awareness.

Ecco perché ti consigliamo di veicolare i tuoi contenuti attraverso i video per attrarre nuovi clienti:

  • hanno una portata maggiore perché soddisfano le principali esigenze del pubblico del web;
  • consentono di catturare l’attenzione facilmente;
  • è possibile realizzare ottimi video anche con un budget ridotto, così da garantire un buon ROI (Return of Investment).

4. Podcast, la nuova frontiera

Ai podcast ci avevi già pensato? É uno tra gli strumenti più utilizzati per attrarre nuovi clienti. I contenuti audio sono in crescita, negli ultimi due anni il loro utilizzo è aumentato in Italia del 15%.

Secondo una ricerca Ipsos nel 2020 circa otto milioni di italiani dichiara di ascoltare i podcast, con una crescita anche della durata media dell’ascolto. Il 61% afferma di ascoltare i podcast per l’intera durata dell’episodio, con una crescita del quasi 20% rispetto all’anno precedente, questo si traduce in una crescita della capacità di engagement del mezzo.

I podcast sono un ottimo strumento di marketing, soprattutto se vengono utilizzati per “educare” il cliente. Secondo le statistiche il 74% degli intervistati dichiara di ascoltarli per apprendere nuove informazioni, quindi è possibile utilizzare questo formato audio per coinvolgere e aumentare la conoscenza sui propri prodotti e servizi.

5. Influencer marketing, il potere della community

Negli ultimi anni abbiamo registrato un’altra tendenza, l’utilizzo degli influencer.

Le star del web sono diventate importanti per le strategie dell’inbound marketing, perché i followers si fidano del loro giudizio. Una storia può aumentare in modo considerevole la visibilità e la conoscenza di un brand. 

Con una campagna di influencer marketing puoi attrarre lead di qualità e garantire un ottimo ROI (Return of Investment), ma devi coinvolgere influencer in grado di rappresentare i valori aziendali, con una community vicina a quella del tuo brand.

Vuoi migliorare la tua strategia inbound? Passa ad HubSpot!

Vuoi investire anche tu in strategie di inbound marketing? Puoi cominciare utilizzando una piattaforma come HubSpot per gestire centralmente i contatti (B2B e B2C), la raccolta dati, l’analisi delle campagne e quanto può servire a tutti i tuoi team.

HubSpot mette a disposizione molte funzionalità. Oltre al CRM puoi contare su un CMS e una serie di strumenti dedicati al coinvolgimento degli utenti grazie a landing page, form, call-to-action, email marketing e workflow.

La piattaforma mette a disposizione cinque Hub:

  • Marketing Hub: per aumentare il traffico su sito e social, convertire visitatori e avviare campagne;
  • Service Hub: con funzionalità dedicate all’assistenza clienti, per comunicare facilmente con i propri utenti su tutti i tuoi canali e trasformarli subito in promotori;
  • Sales Hub: per essere sempre a conoscenza delle trattative in corso e avere informazioni e statistiche sui prospect;
  • CMS Hub: per gestire in modo flessibile i contenuti del tuo sito web;
  • Operation Hub: per sincronizzare le App, organizzare i dati dei clienti e creare automatizzazioni.

Affidati a un partner come power2Cloud

power2Cloud è un Platinum Partner HubSpot, il nostro team può aiutarti a migrare ad HubSpot o accompagnarti nell’adozione di un nuovo strumento per le tue esigenze.

Troverai un partner che ti guiderà nell’utilizzo della piattaforma, configurandola secondo le tue esigenze, per rendere lo strumento performante, organizzando sessioni di formazione per tutti i tuoi team.

Inoltre possiamo occuparci di tutte le integrazioni, se hai l’esigenza di collegare altre App che utilizzi come: Gmail, Aircall, Zendesk WordPress, Shopify, LinkedIn, Asana, Twitter, Facebook Messenger. Se non è presente nel MarketPlace, svilupperemo per te una soluzione su misura tramite API.

Affidati a noi se vuoi:

  • aumentare i lead;
  • semplificare i processi aziendali;
  • avere maggior controllo sulla gestione del sito;
  • utilizzare strumenti di marketing automation;
  • creare campagne;
  • misurare le performance in tempo reale e con filtri personalizzati;
  • gestire nel CRM tutti i contatti B2B e B2C;
  • creare landing page, CTA o form;
  • offrire un supporto omnicanale.

Vuoi saperne di più? Compila il form e contattaci

Sei interessato ai nostri progetti?

Sei sulla strada giusta!

logo power2Cloud - servizi Cloud

power2cloud è il tuo digital transformation partner! Accelera la crescita digitale con un team altamente certificato e qualificato, all’altezza dei nostri partner, selezionati per te: Aircall, Appspace, Atlassian, cloudM, 
Google Cloud, HubSpot, Shopify e Zendesk
.

Tutto quello che ti serve

Articoli recenti